Chirurgia Refrattiva

CHIRURGIA REFRATTIVA

La chirurgia refrattiva ha lo scopo di correggere difetti visivi quali la miopia, l’ipermetropia e  l’astigmatismo,  difetti che usualmente vengono corretti con lenti a fronte o con lenti a contatto. Con la chirurgia refrattiva si rimodella la superficie corneale risolvendo completamente il vizio di refrazione o in ogni caso riducendolo in maniere significativa.  Lo scopo è quello di migliorare la qualità della vita del paziente liberandolo dall’obbligo di usare occhiali o lenti a contatto.

 

Il laser ad eccimeri rappresenta il “bisturi” più preciso e delicato oggi esistente. E’ un apparecchio che emette una luce ultravioletta ad alta intensità che agisce con un’altissima precisione di taglio vaporizzando il tessuto corneale istantaneamente senza danno per le cellule adiacenti. Permette cioè di praticare un’ablazione di tessuto corneale con conseguente rimodellamento della superficie della cornea, in particolare appiattendola nella miopia ed accentuandone la curvatura nell’ipermetropia

Esistono due gruppi di tecniche chirurgiche che utilizzano il laser ad eccimeri:

1)Tecniche di superficie La più comune è la PRK (

2)Tecniche intrastromali, cioè profonde (Lasik)

 Continue reading

Vizi di Refrazione

VIZI DI REFRAZIONE

Quando fissiamo un oggetto la luce che da esso proviene entra nei nostri occhi e attraversa una serie di lenti naturali, che sono in sequenza la cornea, il cristallino ed il corpo vitreo, e, va a concentrarsi perfettamente sulla retina.  Questa condizione viene definita emmetropia.

 Continue reading

Cheratocono

CHERATOCONO

Il cheratocono è una malattia della cornea  che generalmente colpisce entrambi gli occhi (96% dei casi). Il problema insorge quando la parte centrale della cornea inizia ad assottigliarsi e a incurvarsi progressivamente verso l’esterno (ossia la superficie oculare trasparente diviene sporgente). Si verifica quindi una curvatura irregolare della cornea, che perde la sua forma sferica, divenendo conica.  La malattia insorge di solito durante la pubertà (sono anche descritti rarissimi casi congeniti), progredisce fino ai 30-40 anni per poi arrestarsi spontaneamente e nel 25% dei casi porta al trapianto di cornea.

La curvatura irregolare  modifica il potere refrattivo della cornea, producendo distorsioni delle immagini e una visione confusa sia da vicino che da lontano.
Dopo qualche anno, in caso di marcata evoluzione, l’occhio, se visto di profilo, mostra una sporgenza caratteristica della superficie oculare.
I cambiamenti della cornea producono infatti un’alterazione nella disposizione delle proteine corneali, causando delle microcicatrici che distorcono ulteriormente le immagini e – in taluni casi – riducono il passaggio della luce, dando un fastidioso senso di abbagliamento. Altro strumento per la diagnosi di questa patologia è la topografia corneale: consente una “mappatura” che mette in evidenza la deformazione della cornea.

 Continue reading

Cataratta

CATARATTA

La cataratta è un processo di progressiva perdita di trasparenza del cristallino. Questo processo, legato a fenomeni di ossidazione delle proteine che lo costituiscono, è il risultato di un fenomeno biochimico che si verifica con l’aumentare dell’età. L’allungamento della vita media ha portato a un aumento del numero di casi, tanto che oggi l’intervento di asportazione della cataratta è uno dei più eseguiti in tutto il mondo.

Anche se si tratta di una patologia tipica della senescenza può interessare anche età meno avanzate, ma in questi casi si tratta di cataratta legata a fattori secondari (diabete, infiammazione, esposizione eccessiva a radiazione infrarossa o ultravioletta, cause iatrogene e congenite).

I sintomi sono generalmente caratterizzati da un offuscamento visivo globale, ma il disturbo della vista è tanto più evidente quanto più estesa e più intensa è l’opacizzazione del cristallino.

Continue reading

Retinopatia Diabetica

RETINOPATIA DIABETICA

Il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue (iperglicemia) dovuta ad un’alterata quantità o un’alterata funzione dell’insulina. L’insulina e’ un ormone, prodotto dal pancreas, una protenina speciale, una sorta di chiave che permette al glucosio di aprire la porta ed entrare all’interno delle cellule del nostro organismo per produrre quell’energia di cui abbiamo bisogno. Quando questo meccanismo viene alterato il glucosio si accumula nel sangue. Nel diabete di tipo I ( insorge in genere nell’infanzia o nell’adolescenza) il pancreas non produce insulina a causa della distruzione delle cellule ß che producono questo ormone: è quindi necessario che essa venga iniettata ogni giorno e per tutta la vita. Nel diabete di tipo II (dopo i 40 anni) il pancreas è capace di produrre insulina ma le cellule dell’organismo non riescono ad utilizzarla. L’insulina quindi anche se presente nell’organismo, non riesce a far entrare il glucosio dentro le cellule,glucosio che rimanendo nel circolo sanguigno determina l’aumento della glicemia. Altre forme di diabete: secondario ad altri disordini (endocrinopatie, agenti chimici, farmaci, infezioni, sindromi genetiche) ed il diabete gestazionale ossia quel diabete che compare per la prima volta durante la gravidanza.

 Continue reading

Pucker Maculare

PUCKER MACULARE

Il pucker maculare è un raggrinzimento della retina centrale ed in particolare della macula, determinato dalla formazione di una sottile membrana (chiamata membrana epiretinica) che si forma sulla sua superficie. Si tratta di una membrana di solito trasparente  che, tuttavia,  disturba la vista perchè altera la circolazione interna della retina e perchè  induce una deformazione delle immagini.

Continue reading

Degenerazione Maculare legata all’età

DEGENERAZIONE MACULARE LEGATA ALL’ETA’

La degenerazione maculare è una malattia che causa danni progressivi alla macula, la regione centrale della retina,

La macula contiene la maggior parte delle cellule nervose chiamate fotorecettori ed è particolarmene importante per vedere i dettagli, per la visione centrale.

La visione centrale è determinante per le attività quotidiane come leggere, guidare, comporre numeri telefonici, e riconoscere i volti.

La macula è composta da diversi strati di cellule specializzate.

I fotorecettori si trovano al di sopra di uno strato di cellule chiamato cellule dell’epitelio pigmentato retinico, al di sotto di questo strato si trova un altro strato sottilissimo chiamato membrana di Bruch.

Continue reading

Glaucoma

GLAUCOMA

Il glaucoma è una malattia oculare caratterizzata da un danno progressivo del nervo ottico.

Rappresenta una delle più frequenti cause di cecità nel mondo ed è dovuta nella maggior parte dei casi ad un aumento della pressione intraoculare.

La pressione intraoculare aumenta perchè un liquido chiamato umore acqueo prodotto in continuazione all’interno dell’occhio incontra una difficoltà a defluire verso l’esterno attraverso le normali vie anatomiche predisposte. L’ aumento della pressione intraoculare provoca uno schiacciamento ed una cattiva irrorazione del nervo ottico con progressiva perdita delle fibre nervose .

Il danno al nervo ottico se non diagnosticato e curato comporta una perdita irreversibile della capacità visiva.

Continue reading